Cos’è l’analisi tecnica?

L’analisi tecnica nasce intorno ai primi anni del 900 il fondatore fu Charles Dow che concepì uno dei più importanti approcci sull’investimento finanziario:

L’analisi tecnica, gli studi teorici di Dow vennero resi pubblici all’inizio del XX secolo, Ad oggi dobbiamo ringraziare Charles Dow per aver concepito questi concetti finanziari, diventati per noi cosi indispensabili. Grazie all’analisi tecnica possiamo comprendere l’andamento e le tendenze del mercato e dei suoi prezzi.

Approfondiamo insieme, cosa sia l’analisi tecnica e quali strumenti tutt’oggi vengo usati per monitorare il mercato finanziario.

Oggi intendiamo per analisi tecnica quella scienza che tenta di comprendere gli investitori, le loro mosse future, rifacendosi allo storico di quel determinato prodotto, attraverso l’andamento del mercato, dei suoi obiettivi di prezzo e delle tendenze.

Sicuramente non è semplice capire i punti d’entrata e d’uscita, propensi al guadagno, ci vuole uno studio attento e molta esperienza.

L’analisi tecnica

L’analisi tecnica (AT)viene usata in economia, per comprendere e decifrare l’andamento dei prezzi, questo serve per prevedere dove sia possibile l’andamento dei prezzi.

L’analisi tecnica si avvale dell’utilizzo dei grafici e sistemi statistici, quando si vuole fare trading è fondamentale iniziare a studiare questa disciplina, per comprendere meglio gli andamenti dei mercati, e le loro direzioni.
L’analisi tecnica originariamente veniva applicata solamente al mercato azionario, con il tempo venne estesa anche al mercato delle materie prime a quello delle obbligazioni.

L’analisi tecnica inoltre permette di analizzare e prevedere le mutazioni dei prezzi sui mercati finanziari.

L’analisi tecnica può, tramite lo storico dei grafici di prezzo e tramite le statistiche di mercato capire gli andamenti futuri.

L’analisi tecnica si avvale sia di indicatori che di oscillatori, questi sono degli strumenti che aiutano i trader ad identificare con tempestività gli andamenti e i cambiamenti dei trend, cogliendone i segnali di indebolimento e di risalita.

Gli oscillatori e gli indicatori identificano le condizioni di ipercomprato ipervenduto, sono usati dai trader per aprire o chiudere una posizione.

Esisto molti tipi di Indicatori e oscillatori, la maggior parte sono più precisi e attendibili se vengono usati insieme, questo perché possono dare una visone più dettagliata dei mercati.

L’analisi tecnica si basa sull’utilizzo di grafici, che rappresentano gli andamenti dei mercati e dei prezzi. Di seguito la spiegazione dei principali grafici utilizzati nell’analisi tecnica.

Grafico lineare:

Il grafico lineare è il più semplice ed intuitivo. Il grafico lineare da l’opportunità di osservare un solo dato per intervallo temporale, di solito il prezzo di chiusura. il grafico lineare però non ha una visione anche delle altre tre grandezze, perciò non totalmente attendibile. Questo grafico rimarrà impreciso nell’indicare la reale posizione di questi elementi che l’analisi tecnica considera invece di fondamentale importanza.

Grafico a barre:
Il grafico a barre è molto più completo ed evidenzia tutti e quattro i prezzi per ogni unità di tempo: apertura, chiusura, massimo e minimo.

Grafico a candele:

Il grafico a candele è uno dei grafici più antichi, risale all’antica Cina, è similare al grafico a barre.

Nel grafico a candele vengono visualizzate le informazioni relative ai quattro fattori principali.

La “candela” è costituita da un vero e proprio “corpo”, questo corpo delimita l’intervallo tra apertura e chiusura.

La colorazione è bianca o nera dipendentemente, la candela è  nera se viene considerata superiore all’apertura, bianca se inferiore. Anche i livelli di massimo e minimo sono visualizzati con segmenti, in questo caso sono chiamati “shadow” e sono posizionati rispettivamente sopra e sotto il corpo della candela.

Questo è solo un assaggio del vasto mondo  dell’analisi tecnica, quando si inizia a fare trading online, è doveroso approfondire l’argomento.

Tenersi sempre informati e con una buon preparazione finanziaria serve per non rischiare di trovarsi impreparati di fronte alle insidie dei mercati azionari.

La stragrande maggioranza dei trader accosta all’analisi tecnica anche quella fondamentale che completa con i suoi dati, le informazione che l’analisi tecnica ci fornisce, in modo da avere una visione più nitida, sia dello storico, che dei movimenti futuri dei mercati.